massimo blonda

Artista completo e virtuoso nell’interpretazione di personaggi come Romeo ma anche Hilarion in Giselle, Jago nell’Otello oppure Onegin, Lescaut nella Manon. Sono solo alcuni dei numerosi ruoli interpretati dall’artista durante la sua carriera, arricchiti da esibizioni al fianco di Carla Fracci, Rudolf Nureyev, Luciana Savignano, Roberto Bolle, Milena Semionova, Alla Oaipenko, Dania Ganio.

Diretto dai più grandi registi, coreografi e direttori d’orchestra dal panorama mondiale: da Zeffirelli a Pierluigi Pizzi da Ronconi a Hugo Da Ana e da altri grandi quali Tiezzi, Menegatti, Pieralli, Cavani, Amodio, Cannito, Deen, Oren, Muti, Mazel, Palumbo.

Dal 1998 ricopre ruoli di primo ballerino al Teatro Giuseppe Verdi di Trieste, facendosi apprezzare in coreografie di Amedeo Amodio Coccodrilli in abito da sera, Luciano Cannito Five Season’s, Riccardo Nuñez Forma Color, Tuccio Rigano Parata di Primavera. Importante il sodalizio artistico durato più di dieci anni con Carla Fracci, danzando in vari teatri in Italia e all’estero, balletti di repertorio e nuove produzioni come GiselleRomeo e GiuliettaFrancesca da Rimini, Vespro Siciliano, Medea, Fedra, La Signora delle Camelie, Margherita e Armando, Erodiade, ecc.

Nel 1991 al Teatro Nuovo di Torino accanto a Luciana Savignano e Marco Pierin danza Butterfly in seguito Carmen, Coppelia, La Fille Mal Gardée, La Vedova Allegra, Musica sull’Acqua, La Morte e la Fanciulla. Nel 1995 è partner di Margherita Parrilla, etoile dell’Opera di Roma in Lancillotto e Ginevra di Capitani, sempre a Roma balla Coppelia, Il Lago dei Cigni, La Giara e Schiaccianoci. Interpreta il ruolo di Leandro ne La Mascherata di Goldoni con le coreografie di Jorge Jancu, portando lo spettacolo in numerosi teatri d’Italia. Riscuote un notevole successo, soprattutto dalla critica in Giselle nel ruolo di Hylarion che danza con le più grandi etoile, come Anna Razzi, Carla Fracci, Evelin Dessutter, Laura Contardi, Frideric Olivieri, Andrej Fedotov.

Nel 2003 al Teatro Giuseppe Verdi di Trieste interpreta il ruolo di Paride nel balletto Cassandra di Luciana Cannito. I coreografi più importanti, con i quali lavora più volte citiamo: Paolo Bortoluzzi (Italia), Alberto Mendez (Cuba), Wein Eagling (Inghilterra), Amedeo Amodio (Italia), Alvin Ailey (Stati Uniti), Derik Deen (Inghilterra), Gianfranco Paoluzi (Italia), Luciano Cannito (Italia), Anton Kalinov (Bulgaria), Massimo Moricone (Italia), Riccardo Nuñez (Cuba) e di recente Josef Fontano il quale crea per lui il Bolero di Ravel. Lavora, inoltre, al Teatro Massimo di Palermo, Teatro dell’Opera di Genova, Teatro Bellini di Catania, Teatro di Torino, Teatro Regio di Parma, Est Balletto di Rovigo. Scrivono di lui: Elise Vaccarino (Balletto Oggi), Vittoria Ottolenghi (Balletto Oggi), Luigi Rossi (Danza e Danza), Sergio Trombetta (La Stampa)

Vincitore inoltre di premi e riconoscimenti tra i quali “Premio alla Carriera” conferitogli nel 2010 durante una serata di gala al teatro Piccinni di Bari.

Nella scorsa stagione invernale Massimo Blonda viene invitato in qualità di Maitre de Ballet da una delle compagnie più prestigiose al mondo quella di Angelin Preljocaj ad Aix en Provence.

La provincia e il comune di Taranto gli conferisce nel 2014 un premio alla carriera.